domenica 19 gennaio 2014

Le perle del Conero: Sirolo

Echice cu 'n'antra perla de la riviera del Conero: Sirolo.
A Sirolo ce vago veramente pogo, epure sarìa la mia spiagia preferita. Il problema è 'ndò parchegià e sopratuto parchegià senza pagà, male comune de tute le località de la riviera. Senò pe'l resto nun c'hanne niente da invidià a posti più blasonati del sudde.
Sirolo c'ha dò spiage grosse, Urbani e San Michele, poi ce sarìa pure i Sassi Neri e le Dò Sorele, ma lì è più complicato andacce, ce vole la barca, a menu che nun vulè favve 'na bella nutata.
L'ultimo giorno de mare l'ano scorsu è stato l'8 setembre, ancora me'l ricordo, era 'na giornata un po' nuvolosa, ma calda e tranquila, c'era poga gente e se stava da dio.
Per la precisiò semo 'ndati a San Michele
Pè rivacce tocca fà uno stradello che parte dal parco de Sirolo, largo e comido: è tuta 'na curva, ma d'in giù, la discesa se fà bè, d'inzù invece se fadiga un po' de più ma se sè stracchi podè sempre fà 'na pausa a rimirà el panurama.
Queli che stane al campegio Internazionale, proprio lì sopro, c'ha pure i umbreloni riservati. 
El belu de ste spiage è che il monte ariva a strapiombo 'ntel mare, e abracia el litorale de qua e de là che pare de stà più intimi; il bruto è che el sole va via presto, perché tramonta dietro al monte... nun se pò avè tutto dalla vita, basta svejasse presto ala matina, ma pò ala fine un tantinì d'ombra a 'na cert'ora dà pure gusto... invoja ala peniga.
Da qualche ano, ene mijorati pure i servizi: c'è un bel bareto, e pure i cessi, che nun stona manco cu la natura. 'Ste poghe foto che ve fago vedè l'ho fate propiu qul giorno.




Ma chi saranne sti dò ciaccapedochi che se infilane in tute le futografie?... e quel fusto cul peto viloso? Mah! Nun ve'l digo. Induvinè. Però voialtri concentrevve sul paesagio, che è mejo!





Se sè abituati ale spiage sabiose, 'ndù l'acqua ve 'riva ale cavije per dò-trecento metri, e pò finalmente podè fà un bagno decente, ve averto che qui (ma pure a Numana, a Marcelli, a Portonovo...) dopo dò-tre metri ve ritruvè cu l'acqua ala gola tuto d'un colpo, quindi bisogna 'sta atenti che i fioli e queli che nun sane nutà nun se foga... senò portevve 'na ciambela.

Spero d'avevve fatto venì voja de venì da 'ste parti, cu dighe, v'ho cunvinto?