domenica 16 ottobre 2011

La lunga estate calda delle cicce

Fioriture di fine settembre
No no, non voglio propinarvi il remake di un famoso film del passato, né raccontarvi della vacanza caliente di un gruppo di amiche un po' in carne,  ma di quella che è stata una delle più lunghe e calde estati degli ultimi decenni, l'estate 2011 che, malgrado una parentesi piovosa a luglio, si è prolungata fino ad almeno il 6 ottobre, quando dalle mie parti c'era ancora gente (s)costumata che se ne stava a prendere il sole e a fare il bagno al mare.
Echeveria glauca
Fiore di Haworthia
Nel giro di 24 ore però le temperature si sono repentinamente abbassate e fino ad oggi c'è stato un alternarsi di alte e basse temperature, in ogni caso un clima fuori dalla norma.
Le piante hanno beneficiato di queste temperature parecchio superiori alla media ed hanno continuato a fiorire per tutto settembre.

Coryphantha pallida ssp. calipensis

Non possiedo migliaia di piante per cui le mie fioriture sono sempre piuttosto contate, ma alcune di esse sono state davvero molto gradite: anche se di Coryphantha ne è fiorita solo una, la Coryphantha calipensis, lo ha fatto a più riprese; la Mammillaria bocasana ha sorprendentemente rifiorito a fine settembre, quando di solito si limita a fiori primaverili; non dimentichiamo poi le succulente non spinose, come certe Echeveria o le Haworthia che hanno fatto gli straordinari fiorendo costantemente dalla primavera ad adesso, allungando i loro steli floreali (le prime) fino a quasi un metro di lunghezza, e intrufolando i loro minuscoli e tutti simili tra loro fiori a 5 petali (le seconde).
Thelocactus bicolor

Thelocactus bicolor
Obregonia denegrii

Alla fine di questa lunga stagione, posso senz'altro assegnare la palma delle piante più fiorifere, instancabili, stakanoviste, all'Obregonia denegrii e al Thelocactus bicolor v. tricolor (sempre che Longo non abbia cannato il cartellino).

Euphorbia milii
Euphorbia milii
Lobivia ferox v. fallax
Fedelissima e costante la ormai vecchia Euphorbia milii sempre generosa, meravigliosa la Wigginsia sellowii (sin. Parodia sellowii) fiorita a più riprese, e vorrei citare anche il più prolifero degli Astrophytum, l'A. capricornae, che porta tutt'ora un bocciolo. Menzione speciale per la Mammillaria boolii, che inizia tardi e finisce tardi, all'Astrophytum myriostigma che mi ha anche regalato dei bei semi impollinandolo con il capricorne, e al più generoso dei Gymnocalycium,  il G. anisitsii.
Mammillaria bocasana
Copiapoa sp.
Mammillaria boolii




Astrophytum capricorne
in boccio


Gymnocalycium anisitsii
Astrophytum capricorne

Echinopsis settembrino
Infine Premio Speciale Primo Fiore all'Echinopsis ricevuto in dono da un'amica piemontese che serbo con affetto nonostante la perduta frequentazione.

Ed ora aspetto con trepidazione i fiori di Ariocarpus... staremo a vedere cosa combineranno!