mercoledì 2 marzo 2011

Strepitosi Still!

Grandioso concerto domenica sera degli Still Together, col loro unico ed inimitabile Still for Tina - a Tribute to Tina Turner, un mito vivente del rock.
E chi sono gli Still Together, vi chiederete voi? Ebbene sì, è la band che seguo da anni come fan, e di cui ho vissuto gran parte dell'evoluzione artistica... il gruppo di mio cognato, Ric!
Per i curiosi linko la pagina di Facebook - Still for Tina  dove potete tra l'altro informarvi sulle prossime eventuali tappe, da non perdere nel caso vi trovaste in giro per le Marche.
Mio cognato, per la cronaca, è il chitarrista... e di chitarristi ce ne sono due, uno pelato e uno capellone: indovinate chi è lui?






Un concerto ma soprattutto un progetto a favore dell'AISLA, l'associazione che sostiene i malati di SLA, una malattia neuro-degenerativa attualmente incurabile, poco conosciuta, subdola, e che colpisce circa 6 persone su 100000, in Italia. 


Anzitutto estremamente dignitosa la location, il Teatro Persiani di Recanati (MC), un piccolo teatro ottocentesco con tanto di palchetti, recentemente ristrutturato e con una buona acustica.
Un paio di foto dal palco... miii che emossion! 
Si scorgono, tra i primi spettatori a sedersi, alcuni parenti...







Lo spettacolo scivola via piacevolmente, ha una forte coralità ed è ben confezionato da tutti gli artisti, dai musicisti, alla cantante, alle coriste fino alle giovanissime dancers, senza dimenticare ovviamente l'ottimo lavoro svolto da tecnici luci e audio.


Mentre band e ballerine si scalmanano sul palco eseguendo i pezzi più significativi cantati da Tina dagli esordi della sua carriera fino ai tempi più recenti, sul mega schermo allestito alle loro spalle scorrono i video della graffiante cantante americana. 
Cristiana, la storica cantante solista, interpreta con grinta il proprio ruolo e si prodiga anche in numerose coreografie, appena appena limitate dal fatto che è da poco in dolce attesa... avrei voluto urlarle di non affaticarsi troppo, ma era troppo scatenata!


Essendo già la seconda tappa (la prima è stata in ottobre), i ragazzi, a detta di chi ha assistito ad entrambi gli spettacoli, si sono mossi con molta più dimestichezza sul palco, non facendo trapelare alcun cenno di emozione né il minimo errore. Che artisti!


Insomma, ragazzi, che dire se non che è stato un successone? Mesi e mesi di faticosi preparativi, ma ben ripagati da una riuscita perfetta!
Anche se, lo dico con una punta di nostalgia, mi sono un pochino mancati gli assoli di chitarra del cognato ai tempi in cui suonavano i Pink Floyd... 


E infine eccovi tutta la band al completo,  a raccogliere gli applausi del pubblico... 




Complimenti ragazzi, anche per la lodevole iniziativa di beneficenza di cui siete ambasciatori, quindi un bravo a tutto tondo! Alla prossima!