domenica 30 gennaio 2011

Questione di fantascemenza

Chi non ha paura di morire?
Pur sapendo che è il normale ciclo della vita da che mondo è mondo, la paura resta lo stesso.
O meglio, è il pensiero che ci spaventa.
Fin da piccola ho avuto queste turbe esistenziali, e purtroppo l'undicenne pargolo ne è ugualmente ossessionato, soprattutto da quando i media ci hanno messo la pulce nell'orecchio (e ce l'hanno pure spalmata ben bene tutto intorno alle trombe di Eustachio) della prevista apocalisse del 21 dicembre 2012, che qualcuno collega al calendario Maya.
Ma questi Maya non avevano altro da fare? Chessò, una maya di lana... Non avevano già di cosa preoccuparsi se non delle faccende future? Mah, vedi cosa succede ad avere troppo tempo libero...
Comunque, dicevo, che il bimbo (bimbo... è alto e grosso quanto me), quasi ogni sera, prima di addormentarsi, ha bisogno di essere calmato e rassicurato... ma rassicurato de che? E se succede sul serio? Chi glielo spiega che la mamma ha detto una bugia quando invece insegna sempre che le bugie non si dicono? 
La tv in questo senso fa solo terrorismo, se pensiamo che una trasmissione su tre (anche di quelle pseudo-culturali, che a lui tra l'altro piacciono tanto) tratta spesso di questa catastrofica profezia di cui nessuno può essere certo, ma di cui descrivono inspiegabilmente scene agghiaccianti con dovizia di particolari...  ma come si fa a mettere in giro certe immagini da cardiopalma, che terrorizzano 'sti poveri bambini?
E intanto i vari Voyager, Quark, Wild, Focus e compagnia bella, sono banditi dal televisore di casa, meglio la De Filippi! Mmmm no, proprio no, allora meglio i tg..... no, neanche... meglio i Puffi, sono più saggi (tranne quel puffo là).
In ogni caso, il mio ruolo di mamma mi impone di rassicurare il mio ragazzotto, e va bene che la mamma ha sempre ragione (soprattutto la sottoscritta, ovvio), ma se malauguratamente la profezia si avvererà (e scusasse se faccio gli scongiuri ) vorrà dire che moriremo insieme, abbracciati, mentre lo sto convincendo che è tutta una invenzione...
Mio figlio comunque un'idea chiara ce l'ha: "Non voglio morire a 13 anni, e se proprio devo... mi raccomando, dammi i regali di Natale prima del 21 dicembre, così me li godo per qualche giorno!"